Adagio


logo
Versione beta

La via degli asparagi e delle more

VOTO PERCORSO:0.0/5 SU 0 VOTI
Esegui il Login per Votare
VOTO RECENSIONE:0.0/5 SU 0 VOTI
Esegui il Login per Votare
Immagine percorso
tra maggio-ottobrePERCORSO IN COLLINA

PRIMAVERA ESTATE AUTUNNO

SIE-ESCURSIONISTICO6,579 Km2-4 ore

Agriturismo Oasi Masseria Sant'Elia accoglienza con pernotto in camere e ristoro, posto tappa trekking, vendita prodotti ., informazioni 0825.849111 - 333.7737555 info@agrisantelia.it – www.agrisantelia-it

Coordinate Latitudine 41.240033 Longitudine 14.998353 Come arrivare a Casalbore In auto - Autostrada Napoli-Canosa (A16), uscire al casello di Benevento, percorrere il raccordo autostradale fino a Benevento, uscire a Benevento centro, siete già sulla SS.90 Bis in direzione Foggia, proseguire sulla stessa per 28 km bivio per Casalbore

percorso per escursioni a piedi da fare tra maggio-ottobre, fondo sterrato/erboso/brecciato, non impegnativo adatto a tutti, tra natura, cultura dei Sanniti e paesaggio.Il percorso di rara spettacolarità ad anello inizia e termina alla Masseria Sant’Elia.

Casalbore(AV) - Campania

14 febbraio 2015
Per scaricare la traccia devi essere loggato

>Tratturello eco naturalistico“La via del fieno, degli asparagi e delle more” tra (Necropoli Sannite, M. te Chiodo e morgia Paperacianna) - percorso per escursioni a piedi da fare tra maggio-ottobre, sterrato/erboso/brecciato Per gli amanti dei viaggi nella natura incontaminata, tra architettura rupestre, tratturelli, fossi, torrenti, guadi, fontane, verdi prati con animali al pascolo.

Per gli amanti dei viaggi nella natura incontaminata, tra architettura rupestre, tratturelli, fossi, torrenti, guadi, fontane, verdi prati con animali al pascolo, il profumo del fieno dei campi appena falciato, Si trova senza saperlo in meravigliose nicchie naturali a cavallo dei territori della Valmiscano e Fortore, da sempre terre di transumanza. Sul percorso vengono organizzate escursioni e passeggiate in primavera per la raccolta degli asparagi selvatici ed il riconoscimento delle erbe selvatiche commestibili e per l’estate inizio autunno la raccolta delle erbe aromatiche, delle more, bacche e frutti antichi Si entra subito a contatto con la natura, perché dopo poche centinaia di metri ci si addentra nella necropoli sannite,nel sito Comunitario, di grandissimo interesse naturalistico, storico, archeologico attestate all'IV° - VII° sec. a.C., Un sentiero antico che conduceva alla Città sannita di Cluvia sul Monte Chiodo con tombe a tumulo pertinenti a struttura in pietrame. (Le guerre sannitiche, il passaggio dei romani da Lucera a Cluvia, essi guerreggiarono nella terribile battaglia svoltasi lungo il torrente S. Spirito in località Spineto e monte Chiodo con l’abbattimento di Cluvia.Su Monte Chiodo alcuni studiosi hanno individuato, resti dell’antica Cluvia sannitica, citata da Tito Livio, importante centro strategico dove gli eserciti romani e sanniti avevano avuto sanguinosi scontri Chi transita in questi luoghi la sua visita assume ben presto le sembianze di una fuga circa breve dalla quotidianità incerta e frenetica, per abbandonarsi a un respiro lento e senza timori, con la serenità di aver raggiunto un angolo di quiete. Il percorso tutto in fuoristrada con manto stradale in erba e sterrato, lungo i crinali della dorsale appenninica con morbidi saliscendi, un territorio paesaggistico ideale per rilassarsi, esplorare e scoprire le meraviglie dei luoghi ambienti preziosi che ospitano un’elevata biodiversità. Un prezioso patrimonio naturale in un’oasi paesaggistica, popolata da fauna stanziale e migratoria lungo il torrente Santo Spirito. Più avanti campi coltivati a foraggere per gli animali, con i mille colori dei fiori di campo in primavera e svariate specie di orchidee e farfalle che svolazzano facendo compagnia l’ungo il sentiero l’escursionista. Gli altipiani e le vallate si popolano di mucche e pecore al pascolo e tutto un popolo di lavoratori si affaccenda su per i monti. Da sempre un territorio di pascolo per greggi e mandrie, interessati dalle emigrazioni stagionali di demanio dove anticamente era praticata la transumanza dei greggi e armenti e per il pascolo, si pagava una - fida - per capo di bestiame. La tradizione, testimoniata dal regolare transumare stagionale del bestiame, regala anche intramontabili formaggi, pecorino, caciocavallo, ricotta (DOP); presso molte aziende lungo il percorso si può assistere alla sua lavorazione e acquistare i prodotti.Un percorso che lega territorio, enogastronomia, sport, turismo, benessere e natura; un’attrazione in più per far conoscere un territorio ricco di storia e di fascino. Il percorso di rara spettacolarità ad anello inizia e termina alla Masseria Sant’Elia. Ricerche e testo a cura di Giuseppe Masseria Sant’Elia. Per info e prenotazioni: -333.7737555;info@agrisantelia.it - www.agrisantelia.it -.https://www.facebook.com/masseriasantelia.oasi - http://twitter.com/MasseriaS -

Lascia un commento:

Ricerca




                           

DIARIO: post più recenti

(Offerta Speciale Masseria Climatica –

(Offerta Speciale Masseria Climatica –

(Offerta Speciale Masseria Climatica – per accaldati) dove di...

9 agosto – eco escursione naturalistica

9 agosto – eco escursione naturalistica

9 agosto – eco escursione naturalistica a piedi: “Dove dormono i...

In cammino sulla Francigena nel  sud

In cammino sulla Francigena nel sud

3 maggio 2015 - In cammino LUNGO LA VIA MEDIEVALE -TRAIANA- (La via...

1° e 10 maggio - Festa degli asparagi

1° e 10 maggio - Festa degli asparagi

Escursione culturale accompagnata a piedi nella natura, sui sentieri...

Scorci Procidani

Scorci Procidani

Limoneti, aranceti e mandarini dal sapore eccezionale, scorci...

22 marzo 2015 riscopriamo i tratturi

22 marzo 2015 riscopriamo i tratturi

Trekking culturale riscopriamo i tratturi per tutelare la natura, il...


Vedi tutti


Punti di interesse

Necropoli Sannita di Spineto

Necropoli a tumolo

Ruderi e cinta muraria di Cluvia

Morgia di Paperacianna

torrente Santo Spirito

Necropoli Sannite localitā Sant'Elia

tratturo del Termine,

zona rimboschita con percorsi MtB